Camera, sentenza 7 ottobre 2008, ricorso n. 10346/05, Molnar c. Ungheria

Diritto alla liberta di riunione pacifica – manifestazione spontanea - dispersione della manifestazione - necessaria in una società democratica -- prevenzione dei reati -- difesa dell’ordine -- protezione dei diritti e delle libertà altrui – obbligo di notificazione preventiva – previsto della legge.

 TestoVisualizza il testo integrale

Massima

Manifestazione di protesta in favore di un nuovo conteggio dei voti per le elezioni legislative del 2002, non previamente comunicata alle autorità, causa di congestione del traffico e successivamente dispersa dalle forze dell’ordine – Pretesa violazione dell’art. 11 CEDU – Obbligo di preavviso non incompatibile con l’art. 11 CEDU salvo il caso della reazione spontanea ad un importante evento politico – Assenza di siffatte circostanze nel caso di specie, in cui i risultati elettorali erano noti da due mesi – Inoltre mera previsione, da parte del diritto ungherese, di un preavviso di 72 ore e non di un’autorizzazione - Nella specie manifestazione illegale e causa di serio disturbo per l’ordine pubblico – In più manifestanti dispersi diverse ore dopo l’inizio della manifestazione – Interferenza da parte delle autorità non irragionevole – Assenza di violazione.
.

Nota

[non disponibile].
.