Camera, decisione 2 settembre 2008, ricorso n. 18995/06, Pilato c. Italia

[non disponibile]

 TestoVisualizza il testo integrale

Massima

Pretesa violazione delle garanzie in materia di libertà personale (art. 5 CEDU) e del diritto ad un ricorso interno effettivo (art. 13) – Alla luce dell’evoluzione positiva della situazione e dell’atteggiamento delle autorità nei suoi confronti, il ricorrente ha espresso la volontà di rinunciare al proprio ricorso – Radiazione del ricorso dal ruolo ai sensi dell’art. 37, par. 1, lett. a, CEDU, in assenza di circostanze particolari attinenti al rispetto dei diritti garantiti che esigano la prosecuzione dell’esame del caso – Liquidazione delle spese sostenute dal ricorrente nel caso di radiazione del ricorso dal ruolo (art. 43, par. 4, del Regolamento di procedura della Corte), purché tali spese siano “reali, necessarie e di ammontare ragionevole”.
.

Nota

La decisione si segnala in quanto, fondandosi sull’art. 43 § 4 del proprio Regolamento di procedura, la Corte ha ritenuto di poter condannare lo Stato convenuto al rimborso delle spese sostenute dal ricorrente pur in mancanza di una constatazione di violazione (il ricorso è stato radiato dal ruolo in quanto il ricorrente aveva, in sostanza, dichiarato di voler più mantenere il ricorso).
.